Breadcrumbs

La rivoluzione in Bolivia non si ferma

Quanto scrivevamo solo due giorni fa è stato superato ieri, 31 maggio, da una giornata di mobilitazioni pari solo a quella che il 17 ottobre 2003 mise in fuga in modo poco onorevole Gonzalo Sanchez de Lozada, salvato dalla rabbia dei 500.000 in marcia a La Paz che ne chiedevano la testa solo grazie all'intervento dei marines USA, paese ove el carnicero (il macellaio) risiede nonostante penda sulla testa sua e di sei dei suoi nove ministri un processo per le stragi del febbraio e dell'ottobre 2003.

La verità sulle elezioni in Venezuela

Tutti possono esprimere la propria opinione, sia a proposito delle elezioni per il rinnovo del parlamento che si sono svolte in Venezuela sia su ogni avvenimento ad esse correlato. Ciò nonostante i mass media controllati dai padroni hanno si sono concentrati sulla cifra dell’astensione del 70-75% nel tentativo di delegittimare i risultati delle elezioni.

La nuova Bolivia necessaria

Con una suggestiva cerimonia nelle rovine di Tiwanaku Evo Morales è stato “incoronato” capo degli indios di Bolivia, prima ancora di giurare da Presidente della Repubblica davanti al Parlamento e decine di capi di stato da tutto il mondo.

Il testo che segue è la sintesi dell’intervento di Anibal Montoya, redattore della rivista argentina El Militante, tenuto quest’estate a Barcellona alla Conferenza internazionale del Sindicato de Estudiantes. Sul nostro sito è possibile consultare un articolo dello stesso Montoya sul bilancio delle elezioni presidenziali.


 


Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video