Breadcrumbs

Lo scorso lunedi 21 maggio è stato sventato un attentato contro la vita del compagno Abraham Rivas. Rivas è il segretario generale del Sindacato nazionale dei lavoratori di Helados Efe (Sinatrasohe), nonché segretario generale della  Federazione nazionale del settore alimentare (Fenactralbeca, di recente costituzione), che organizza i lavoratori in 21 aziende diverse appartenenti al Grupo Polar. Rivas è anche un attivista rivoluzionario bolivariano e un sostenitore della tendenza marxista  Lucha de Clases.

 

Lanciamo un urgente appello alla più ampia solidarietà nei suoi confronti per garantire che si indaghi fino in fondo al fine di far emergere le responsabilità materiali e morali di questo attentato.


Un individuo armato è entrato nei locali della Helados Efe a Caracas chiedendo di vedere Abraham Rivas e dicendogli, con fare minaccioso, che aveva bisogno di parlare con lui personalmente e al di fuori dei locali dell'azienda. Abraham Rivas si è subito reso conto che l'uomo portava con sé una pistola. Velocemente, gliel'ha sottratta e con l'aiuto di altri attivisti sindacali presenti, ha proceduto a bloccare l'uomo, che è stato successivamente identificato come Alexander Zambrano.

I lavoratori hanno portato Zambrano presso gli uffici del sindacato e lo hanno interrogato circa le sue motivazioni. Dando uno sguardo ai messaggi presenti nel suo cellulare hanno scoperto che un'altra persona (più tardi identificata come Robert Guedez) lo stava aspettando con una motocicletta all'esterno dei locali.

I lavoratori si sono rivolti alla Guardia Nazionale Bolivariana e con l'aiuto dai suoi uomini sia Zambrano che Guedez sono stati arrestati. Uno di loro ha confessato di essere in possesso di una email inviatagli da una terza persona, contenente dettagliate informazioni personali su Abramo Rivas e la sua famiglia (il suo nome completo, quelli della moglie e dei figli, i loro numeri di telefono, i numeri delle carte di identità, l'età e la professione della moglie, il loro indirizzo di casa, i luoghi visitati, così come il numero di targa della sua auto e altri dettagli su di esso). Questo dossier dettagliato includeva anche una foto di Abraham Rivas, la stessa della sua carta di identità dell'azienda. Non una fotocopia o una versione scannerizzata, ma piuttosto una delle copie scattate al momento della sua assunzione. Solo l'azienda Helados Efe dispone di quell'immagine. Il dossier cita anche Abraham come "leader della nuova federazione sindacale creata contro Empresas Polar".

Fin dallo sciopero dei lavoratori Helados Efe del 2010, in cui Abraham Rivas ha giocato un ruolo di primo piano, il sindacato ha cercato di unire le diverse organizzazioni sindacali in tutte le società del gruppo Polar. La Federazione è stata finalmente creata nel marzo di quest'anno. Il gruppo Polar appartiene alla famiglia Mendoza ed ha una posizione di monopolio nella produzione e distribuzione di alimenti e bevande in Venezuela.

Nonostante la quantità di prove contro Zambrano, Guedet e altre due donne, identificate come coloro che hanno commissionato l'attacco, tutti sono stati subito rilasciati senza alcuna accusa.

I leader sindacali di Sinatrasohe, con il sostegno di una serie di altri leader sindacali della federazione, ha tenuto il venerdì successivo una conferenza stampa a Caracas in cui ha accusato la compagnia di essere la regista del tentato omicidio presentando tutte le prove a disposizione.

Questo è uno tra i più grave casi di intimidazione contro i sindacalisti, il cui unico crimine è la difesa dei diritti dei lavoratori. Se l'attacco avesse avuto successo non sarebbe stata la prima volta in cui  rivoluzionari bolivariani e dirigenti sindacali sono stati uccisi in Venezuela dai mercenari dei padroni. Abbiamo avuto il caso di tre dirigenti della Unt nello stato di Aragua (Richard Gallardo, Luis Hernández e CarlosRequena, uccisi nel novembre 2008), il caso del segretario del sindacato dei lavoratori Toyota a Cumaná (Argenis Vazquez, ucciso nel maggio 2009), e molti altri. I loro assassini non sono mai stati consegnati alla giustizia.

L'impunità e la facilità con cui il sistema giudiziario (in pratica ancora un sistema borghese) sta al fianco dei padroni e nega la giustizia per i lavoratori e i contadini, è una delle principali minacce per la rivoluzione bolivariana.

Condanniamo fermamente questo attacco. Esprimiamo la nostra solidarietà al compagno Abraham Rivas e ai suoi compagni nel sindacato e nella federazione. Chiediamo anche che le autorità bolivariani, i leader del PSUV, il Procuratore di Stato e il Ministero del Potere popolare per il Lavoro e la Previdenza Sociale, assicurino che questo caso sia esaminato a fondo e che i responsabili siano condannati.

Chiediamo agli attivisti sindacali, alle sinistre e alle organizzazioni di solidarietà, così come ai singoli individui, di unirsi a questa campagna.

---

Modello di lettera di protesta:

Los abajo firmantes estamos muy preocupados por los informes de un intento de asesinato contra Abraham Rivas, dirigente sindical de Helados EFE y el Grupo Polar, el 21 de mayo de este año en Caracas.

Estamos, además, muy preocupado de que a pesar de que cuatro inpiduos fueron identificados como involucrados en el ataque y llevados a la policía, todos ellos han sido puestos en libertad sin cargos.

Exigimos a las autoridades pertinentes que se aseguren de que este caso se investiga a fondo y que los responsables sean llevados ante la justicia.

Si prega di inviare le lettere di protesta a:

Il Procuratore generale Luisa Ortega Díaz, Marvelia:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Coordinador Nacional del PSUV, Jorge Rodríguez, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Oficina del presidente Hugo Chávez: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Con copia a cmi.venezuela @ gmail.com

Inoltre invia la tua lettera all'Ambasciata del Vemezuela a Roma

Joomla SEF URLs by Artio