Breadcrumbs

La morte di quasi 300 uomini, donne e bambini che viaggiavano su un volo della Malaysian Airlines ha sconvolto il mondo intero. Il volo MH17 diretto da Amsterdam a Kuala Lumpur stava sorvolando la zona del conflitto quando è scomparso dai radar. A bordo c’erano 283 persone, tra cui 80 bambini, e 15 membri dell’equipaggio.

Da mesi oramai in Ucraina i gruppi paramilitari fascisti hanno scatenato un’ondata di terrore contro le organizzazioni politiche e sindacali del movimento operaio, che nei fatti sono state costrette alla clandestinità.

Abbiamo ricevuto il seguente appello, firmato da Michail Aleksejevic Krylov, rappresentante del Sindacato Indipendente dei Minatori di Donetsk. Krylov è stato cosegretario del Comitato Cittadino di Sciopero a Donetsk durante i grandi scioperi minerari del 1991 e più tardi negli anni Novanta. Ora è a capo del Sindacato Indipendente dei Minatori di Donets, che organizza oltre 1000 lavoratori delle miniere.

Una conferenza sindacale è stata attaccata violentemente da picchiatori fascisti lo scorso 26 giugno a Kiev. La Federazione dei sindacati dell'Ucraina stava tenendo il suo congresso ed era sul punto di eleggere i gruppi dirigenti, quando la riunione è stata interrotta da un assalto violento di picchiatori neonazisti del “Pravy sektor” e dell' “Assemblea social-nazionale”.

Martedì 18 giugno diverse migliaia i minatori del Donbass e le loro famiglie sono scesi in piazza a Donetsk. I minatori hanno dato un'ultimatum di 48 ore a Kiev perché termini le operazioni militari, altrimenti “prenderanno le armi per difendere la loro terra, le loro mogli e i loro figli”.

Le recenti elezioni presidenziali in Ucraina si sono tenute in un contesto tutt’altro che democratico. Negli ultimi mesi le sedi dei sindacati e delle organizzazioni di sinistra sono state sistematicamente assalite, devastate e date alle fiamme dalle bande fasciste con la complicità delle forze dell’ordine: il caso peggiore è stato l’incendio della camera del lavoro di Odessa, nel quale gli squadristi hanno brutalmente assassinato quaranta persone.

I minatori della regione di Donetsk hanno incrociato le braccia il 27 maggio, dando il via ad uno sciopero ad oltranza contro l’offensiva in corso da parte dell’esercito ucraino e per la fine dell’“operazione anti-terrorismo” (ATO) nella regione; hanno già preso parte allo sciopero molte miniere del Donbas e sembra che la mobilitazione si stia diffondendo ad altre ancora. 

Joomla SEF URLs by Artio

E' on line!

rivoluzione sito set2015

Grecia

oxi banner small

Il nuovo quindicinale!

 

RIV 7 small

Abbonati

abbonamenti rivoluzione

Radio Fabbrica

Radio Fabbrica

Il sito di Sempreinlotta

I nostri video