Breadcrumbs

Novità sul fronte delle borse di studio

Alla faccia del diritto allo studio!!

Da quest’anno all’Università di Bologna è entrata in vigore la “fasciazione”, ovvero la contribuzione ridotta delle tasse universitarie, che avrebbe dovuto permettere un più ampio accesso allo studio.

Nonostante questo sistema di fasciazione ci sia stato presentato scandalosamente da alcune organizzazioni di sinistra - Sinistra Giovanile in testa - come una vittoria, per cui chi ha meno paga meno, noi come Csu abbiamo denunciato da subito come in realtà non fosse altro che una presa in giro: e i fatti lo dimostrano…

Sono uscite le graduatorie provvisorie relative all’esonero parziale o totale dal pagamento delle tasse universitarie, solo uno dei benefici richiedibili – anche se “uscite” è una parolona, dato che non si trovano esposte da nessuna parte e non sono neanche pubblicate sul sito dell’Arstud. Insomma trovarle è un’impresa. Sarà una coincidenza dato che la possibilità di fare ricorso scade con la fine di marzo? – e già abbiamo tante sorprese…

Prima esistevano solo tre possibilità: Idoneo, Non Idoneo e Idoneo Non Assegnatario (voce più inflazionata), ora invece è difficile tenere il conto delle diverse possibilità: in mezzo alle voci corrispondenti le varie fasce F1, F2, F3…spuntano come funghi le voci Mancanza dei requisiti di merito, Valutazione sospesa, Revoca benefici, Irregolarità domanda, Rinuncia ai benefici, Ritardo negli studi superiore a quello previsto per l’attribuzione fascia…

L’Arstud ha cercato di nascondere, con la confusione creata da tutte queste voci, una cosa evidentissima: anche quest’anno verranno assegnate sempre meno borse di studio e di sicuro la fasciazione non ha risolto nessuno dei problemi economici che gli studenti hanno, anzi…

La nostra lotta per un effettivo diritto allo studio, il diritto per tutti, indipendentemente dalle proprie condizioni economiche, di poter accedere all’istruzione, non si può e non si deve fermare.

Joomla SEF URLs by Artio