Breadcrumbs

Oggi 18 maggio per l’ennesima volta abbiamo avuto modo di vedere cosa intende questo governo per diritto allo studio e per democrazia. Il primo è una riunione blindata di rettori che decidono come guidare la privatizzazione dell’università per espellere chi non può permettersi di pagare gli studi. La seconda sono le cariche gratuite e ingiustificate della polizia che ogni giorno ormai reprime le lotte degli studenti e dei lavoratori del nostro paese.

Esprimiamo la nostra solidarietà verso gli studenti brutalmente picchiati, fra cui Eleonora Forenza, componente della Segreteria Nazionale del Prc, responsabile dell’area della Conoscenza, che è rimasta ferita negli scontri. Nessuna repressione poliziesca potrà fermare la nostra lotta per un’università pubblica, laica, gratuita e di qualità.

Primi firmatari: Giovani Comunisti Milano, Collettivo Pantera - CSU Milano

Joomla SEF URLs by Artio